Motivazione del personale: le tecniche da mettere in pratica

Motivazione del personale: le tecniche da mettere in pratica

Cosa spinge le persone di tutto il mondo a lavorare con motivazione giorno dopo giorno? Cosa ci fa scendere dal letto ogni mattina, pronti per affrontare una nuova giornata di lavoro? Cosa dovrebbe fare ogni azienda per favorire la motivazione del personale? È solo questione di soldi oppure c'è dell'altro? 

Titolari e reponsabili delle risorse umane spesso faticano a trovare una risposta chiara a queste domande. Studiosi, psicologi ed esperti cercano da tempo di comprendere gli aspetti chiave alla base della motivazione del personale. Le teorie e le tecniche di motivazione proposte negli anni sono numerose: alcune utilizzano l'approccio comportamentale meglio conosciuto come ‘’bastone e carota’’, altre sostengono una duplice veste motivazionale, quella intrinseca e quella estrinseca, altre ancora hanno come focus i bisogni piramidali dell’individuo.

Esistono teorie che vedono la ricerca motivazionale come necessità dell’essere umano. Questo ultimo concetto sta alla base della Self-Determination Theory, formulata da Lagault.

La Self-Determination Theory postula la necessità di creare un ambiente lavorativo atto a favorire questi elementi: 

  • Autonomia
  • Competenza
  • Relazioni sociali sane tra dipendenti.

I primi due elementi, autonomia e competenza, rientrano tra i bisogni psicologici di base dell’uomo: bisogno di sentirsi competenti, di sentirsi autonomi e di tessere relazioni interpersonali sane. La piena realizzazione di ognuno di questi bisogni rappresenta la base per il raggiungimento del benessere aziendale.

La Self-Determination Theory analizza inoltre quali sono gli aspetti in grado di motivare un comportamento proattivo e sano nel dipendente. Come? Esaminando le circostanze in cui questi comportamenti hanno modificazioni sostanziali. Questa analisi segue un approccio psicologico ponendo l’accento su percezioni, emozioni e bisogni dell’individuo quali predittori dello sviluppo di un comportamento ideale (per approfindire il tema fai riferimento agli autori Ryan e Deci).

motivazione personale dipendenti

Affari foto creata da freepik - it.freepik.com

Insieme alla Self-Determination Theory, la Cognitive Evaluation Theory sottolinea l’esistenza di una motivazione intriseca che non è collegata al beneficio derivante dal lavoro in sé, e una motivazione estrinseca associata all’ottenimento di un reward, di una ricompensa, al termine di un percorso.

In particolare, la motivazione intrinseca può esser migliorata grazie all'aiuto di due tipi di stimoli:

  1. Stimoli esterni resi sotto forma di reward
  2. Aspetti di relazioni interpersonali atti a migliorare la qualità della comunicazione d’impresa.

Queste strategie si pongono come macro-obiettivo quello di influenzare la percezione di autonomia e competenza personale.

È chiaro dunque che la motivazione del personale passa attraverso due sistemi motivazionali: uno interno, inconscio e implicito e uno esterno conscio ed esplicito, che sono possono essere migliorati. Il sistema implicito motivazionale risponde maggiormente a stimoli non verbali, producendo cambi sostanziali nelle variabili fisiologiche maggiormente correlate alla motivazione dei dipendenti, cioè il livello ormonale, cardiovascolare e i tempi di reazione registrati in diversi compiti. Al contrario, il sistema motivazionale esplicito risponde maggiormente a stimoli verbali e ha un effetto notevole su elementi motivazionali quali decisioni, giudizi e controllo del comportamento.

Queste due facce della stessa medaglia trovano applicazione in svariate tecniche e strategie atte a migliorare la comunicazione e la motivazione dei dipendenti di un’azienda.

Che ruolo ha invece il denaro? Bisogna tener presente che la motivazione del personale è ben lontana da essere legata solo ai soldi, ma concorrono all’obiettivo motivazionale svariati elementi ed espedienti. Alcuni di questi resi sotto forma di immagini, altri più pratici come attività di team building e molti altri. In tutto ciò, le emozioni e soprattutto ‘’il come’’ suscitarle sono molto importanti nell’arricchire il viaggio esperienziale di un’azienda.

Vuoi approfondire le ricerche citate in questo articolo? Ecco i riferimenti bibliografici: 

  1. Legault, L. (2017). Self-determination theory. Encyclopedia of personality and individual differences, 1-9.
  2. Rawolle, M., Wallis, M. S., Badham, R., & Kehr, H. M. (2016). No fit, no fun: The effect of motive incongruence on job burnout and the mediating role of intrinsic motivation. Personality and Individual Differences, 89, 65-68
  3. Ryan, R. M., & Deci, E. L. (2000). Self-determination theory and the facilitation of intrinsic motivation, social development, and well-being. American psychologist, 55(1), 68.

Cerchi un corso per la motivazione del personale? Contattaci e inizia un progetto con noi!

Pubblicato il: 13/03/2020

Torna indietro