Neuromarketing e siti web: cosa testare per non fare errori?

Neuromarketing e siti web: cosa testare per non fare errori?

Un sito è ancora oggi il biglietto da visita di un’azienda. Nonostante molte realtà oggi si promuovono attraverso i social network, un sito costruito attraverso l’applicazione di tecniche di neuromarketing è strategicamente essenziale.


Nel momento in cui si valuta di rifare il sito aziendale è necessario porre attenzione a tre cose importanti: navigazione, obiettivi e grafica. Vediamo nel dettaglio questi tre elementi dimostrando come il neuromarketing può aiutare nella costruzione di un sito efficace.

Navigazione

Un sito che ha una navigazione complessa e troppi elementi disorienta gli utenti. Nella maggior parte dei casi un sito che ha questi effetti porta le persone ad uscire dal sito senza aver compreso cosa si vuole comunicare.
In generale, un sito efficace ha: pochi elementi inseriti nella posizione corretta, un numero di pagine non troppo elevato, pulsanti contenenti call to action ben visibili e form di contatto facili da compilare, con pochi campi. Già applicando questi accorgimenti un sito risulta piacevole da navigare.
Come capire se la navigazione di un sito è fluida? Attraverso test di usabilità condotti in laboratorio, dove le persone seguono specifici task oppure sono libere di navigare tra le sezioni avendo delle istruzioni più generiche.

Obiettivi

La domanda più importante è: che cosa deve comunicare il sito di un’azienda? La risposta varia a seconda dei casi, perché ogni azienda ha un target diverso il quale è caratterizzato da processi decisionali specifici.
Come venire a conoscenza degli obiettivi dei clienti? Grazie all’analisi dei processi decisionali e all’applicazione del BRAIN Method (ne abbiamo parlato in questo articolo).
Con il BRAIN Method è possibile capire:

  1. Come costruire il menù. Ovvero quali voci inserire e quali mettere in evidenza
  2. Quali informazioni comunicare nei primi istanti. Sapendo che le persone rimangono in media pochi secondi su una pagina web è fondamentale far dire al sito subito le informazioni importanti per il target
  3. Quali elementi fotografici utilizzare. Sappiamo che inserire delle persone funziona in generale molto bene, tuttavia grazie all’analisi è possibile scoprire quali foto non devono assolutamente mancare
  4. Come scrivere i testi. A chi è rivolto il sito? Cosa vogliono assolutamente sapere i clienti?

Grafica

La parte grafica è anch’essa importante, tuttavia non è la principale. Per quale motivo? Un sito graficamente accattivante e moderno ma che trasmette le informazioni sbagliate o è difficile da navigare non porterà risultati soddisfacenti. Nello specifico, animazioni o effetti particolari o alla moda possono essere inseriti solamente se non disturbano la navigazione e non sono d’intralcio nella comprensione dei contenuti.

I nostri test di laboratorio su siti web hanno dimostrato, ad esempio, che:

  1. I testi in colonna solitamente sono letti meno rispetto a testi posti in orizzontale
  2. Foto di volti concentrano lo sguardo e l’attenzione degli utenti
  3. Gallerie di foto che scorrono in modo automatico senza che l’utente ne abbia il controllo sono fastidiose per la navigazione
Questi sono solo alcuni dei consigli che sono emersi dall’esperienza di numerosi test di neuromarketing su siti web.

Rifare un sito o costruirne uno nuovo è per le aziende un impegno sia in termini di tempo che di risorse. Prepararsi prima di andare online tramite test di usabilità e un’analisi dei processi decisionali è essenziale per non fare errori.

Vuoi sapere come possiamo essere utili alla tua azienda? Scrivici!

Pubblicato il: 15/02/2019

Torna indietro