La tua azienda può comunicare meglio ai tuoi target? Regulatory Fit Theory e neuromarketing

La tua azienda può comunicare meglio ai tuoi target? Regulatory Fit Theory e neuromarketing

Conosci la Regulatory Fit Theory? Probabilmente non ne hai sentito parlare, tuttavia è una teoria che insegna alle aziende come comunicare in modo efficace. Risulta una teoria utilissima per il neuromarketing.

La teoria del Regulatory Fit sostiene che le persone sono spinte a scegliere un prodotto o un servizio quando questo è in linea con l’atteggiamento di queste. Ognuno di noi può avere due tipi di atteggiamento:

  • Prevention, ovvero più sensibile al rischio, proprio delle persone attente a messaggi che incoraggiano ad essere responsabili
  • Promotion, ovvero delle persone che amano rischiare e sono meno sensibili a messaggi che invitano alla sicurezza

Come si può capire l’atteggiamento di una persona? Attraverso un questionario costruito appositamente per comprendere gli aspetti delle persone legati al rischio, come hanno fatto Latimer(1) e i colleghi del dipartimento di psicologia della Yale University e della Columbia University in un esperimento di laboratorio.

Latimer e i colleghi hanno incoraggiato l'attività fisica di 206 partecipanti inattivi utilizzando messaggi focalizzati sulla prevenzione oppure incentrati sulla promozione, verificando dopo alcune settimane la modifica del comportamento in termini di attività fisica effettuata.

Quali sono stati i risultati? L’utilizzo di messaggi classificati come "promotion" su partecipanti appartenenti al gruppo promotion evidenzia livelli di attività fisica maggiori rispetto ai partecipanti del gruppo prevention.

Regulatory Fit Theory

Cosa ci insegna questa ricerca e la Regulatory Fit Theory in generale? Innanzitutto che bisogna prestare moltissima attenzione al tipo di comunicazione in base alla tipologia di target. Il neuromarketing può trarre moltissime conoscenze utili da questa ricerca per migliorare la comunicazione delle aziende.

Conoscendo bene il proprio target, valutando quindi l’appartenenza al gruppo prevention o promotion è possibile comunicare in modo più diretto, efficace e corretto.

I nostri consigli?

  1. Devi promuovere un prodotto o un servizio? Prima di comunicarlo cerca di capire l'atteggiamento del tuo target!
  2. Non conosci bene il tuo target? Cerca di capire le caratteristiche dei tuoi consumatori attraverso un questionario.
  3. Veicola messaggi diversi alle diverse tipologie di target, per essere più sicuro di promuovere un'azione.

Vuoi sapere come possiamo essere utili alla tua azienda? Clicca qui per scriverci!

(1) Latimer A.E., Rivers S.E., Rench T.A., Katulak N.A, Nicks A., Hodorwski J.K., Higgins E.T., Salovey P. (2008). "A field experiment testing the utility of regulatory fit messages for promoting physical activity." J Exp Soc Psychol; 44(3): 826-832.

Pubblicato il: 08/02/2019

Torna indietro