Bias explained: il bandwagon effect per vendere di più

Bias explained: il bandwagon effect per vendere di più

Sapete che il 90% di chi ha letto questo articolo lo ha condiviso sulle sue pagine social? 

I bias cognitivi sono errori che compiamo sistematicamente nel valutare decisioni quotidiane, o più in generale qualsiasi situazione attorno a noi.

Dipendono in gran parte dalla nostra cultura di riferimento: i bias quindi possono essere definiti come “scappatoie” che il nostro cervello usa per risparmiare energia. 

Sono dunque necessari per nostra sopravvivenza. 

Uno dei bias dagli effetti più forti e visibili è il cosiddetto bandwagon effect, in italiano “effetto carrozzone”: è la tendenza a fare o pensare una certa azione nel momento in cui si viene a sapere che molti altri hanno fatto lo stesso, ed è uno strumento potentissimo per vendere di più, sia online che offline.

Di esempi se ne possono trovare moltissimi: quante volte un venditore ci ha informati che un certo prodotto è quello più scelto e apprezzato dai suoi clienti? 

Inoltre, si provi a pensare all’acquisto su internet di un software, declinato in diverse proposte: non è sempre presente un’opzione con l’indicazione “il più scelto?”

Questo effetto ha risultati migliori se le persone non hanno una profonda conoscenza dei prodotti o servizi che vengono proposti, quindi in condizioni di incertezza nella scelta.

I nostri neuro-tips: 

  1. Se hai dei dati reali sulle vendite dei tuoi prodotti, usali. Un prodotto del tuo e-commerce è stato venduto molto più di altri? Comunicalo! 
  2. Non hai a disposizione dati? Puoi creare un sondaggio di gradimento, potendo così comunicare informazioni sul tasso di soddisfazione del tuo negozio.
  3. Per rafforzare l’effetto, usa caratteristiche simili al tuo pubblico, ad esempio i giovani, o gli abitanti di una certa zona. 

Quindi, cosa aspettate a seguire 90% dei lettori come voi? 

Pubblicato il: 05/11/2018

Torna indietro